Film/Serie tv,  Home,  Recensioni

You: la serie Netflix che vi farà affezionare a uno stalker

Ma ciao ragassuoli!

Se avete Netflix in questi mesi vi sarete imbattuti in una serie dalla trama bizzarra: “un proprietario di libreria rimane affascinato da una sua cliente e ne diventa ossessionato”. Parlo della serie You, tratta dal romanzo di Caroline Kepnes che sceglie come protagonista uno stalker.

Dopo averne visto le 10 puntate da cui è composta la prima stagione eccomi qui pronta a farne una recensione.

You: trama

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è you-netflix.jpg

Un libraio dal viso d’angelo, Joe (Penn Badgley), nota una bella ragazza nel suo negozio e ne rimane ossessionato. Decide quindi di pedinarla e scoprire di più sul suo conto (e quando dico “di più” non intendo scoprire come incontrarla di nuovo o cosa la affascina, ma indirizzo di casa, numero di previdenza sociale, amici, frequentazioni, passioni, social, letture, ecc.).

Joe tenta insomma di trovare il modo di sedurre la bionda Beck, diventare il fidanzato perfetto e di “migliorare” la vita della ragazza. Non si accorge che il suo modo di agire è assolutamente folle.

You: recensione

Il nostro protagonista è ovviamente un pazzoide, ma è talmente dolce nel suo modo folle e schizzato di amare Beck che non si può provare tenerezza per questo ragazzo che al contempo è mostro e vittima, gentile e brutale.

La voce narrante degli episodi è quella di Joe, che si rivolge a Beck in ogni momento; ne scopriamo così i pensieri e il suo modo di ragionare inquietante e malato.

8804712732
You- romanzo da cui è tratta la serie tv

Nel corso delle puntate non si può fare a meno di fare il tifo per lui, salvo poi arrivare a pentirsene quando il personaggio agisce in modo criminale…il che avviene all’incirca ogni 5 minuti.

Joe infatti non è solo uno stalker pazzo, ma anche un vicino di casa premuroso che tenta di proteggere il piccolo Paco dagli abusi di un patrigno violento e una madre drogata; è un confidente che tenta di mettere in guardia un’ amica di Beck dalle cattiverie di una terza componente del gruppo (niente spoiler); è un ragazzo che è sopravvissuto agli abusi e alle violenze di quando era bambino e tenta sinceramente di migliorare la vita di chi ama, senza accorgersi che lo fa in modo sbagliato e criminale.

Si può fare un parallelo tra Joe e Frankenstein (come gli sceneggiatori hanno sapientemente citato in uno dei dialoghi…): entrambi non sono unicamente malvagi ma sanno anche essere gentili e buoni; per questo riescono a suscitare pena e affetto.

Chissà, forse anche i veri stalker hanno queste caratteristiche e per questo motivo riescono a conquistare le proprie vittime per poi far fare loro una brutta fine…

La serie, quindi, oltre ad essere un’ottima fonte di intrattenimento, permette anche di riflettere su temi-purtroppo- molto attuali: uomini apparentemente innocui che mostrano solo con il tempo la loro vera natura, quando per la vittima è ormai troppo tardi per fuggire; la violenza sulle donne; social network sempre più complici di chi vuole scoprire troppo sulla vita privata di qualcuno.

Insomma, You è una serie che merita davvero di essere vista.. e commentata!

E voi? Cosa ne pensate? Joe vi ha suscitato tenerezza o paura? Secondo voi Beck come avrebbe potuto difendersi da potenziali stalker?

Fatemelo sapere nei commenti qui sotto!

Alla prossima

Mi raccomando, seguite la pagina Facebook, Twitter e Instagram per gli aggiornamenti quotidiani.

Se ti è piaciuto questo post allora forse potrebbero interessarti:

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdiamoci di vista! ISCRIVITI ALLA MAILING LIST (tranquilla/o, NON sommergo di mail-odio chi lo fa)

* indicates required